Come vestirsi d’estate senza scoprirsi troppo

Finalmente l’estate è arrivata. Che cos’è che ci rende così felici per l’arrivo dell’estate, visto che tra poco ci lamenteremo del troppo caldo? Immagino sia la luce, il poter stare all’aperto, le vacanze che si avvicinano, i vestiti più leggeri.

C’è un dilemma, però, che affligge le signore dopo una certa età: quanto ci possiamo e vogliamo spogliare?

images-1

Se da ragazze gonne corte o addirittura shorts, top senza maniche e sandali erano la divisa dell’estate, ora che siamo invecchiate, si, usiamo questa parola tabù, ora che siamo invecchiate, anche se solo nel guscio esteriore, cosa possiamo metterci d’estate?

midi-skirt-gonna-a-ruota-al-ginocchio-16Penso che poi anche voi con l’età siate diventate un po’ più schizzinose e non abbiate voglia di appoggiare parti scoperte sui sedili della metropolitana o non desideriate sfiorare il vostro prossimo con le spalle nude (vostre e loro allo stesso modo).

images-4

Quindi che cosa mettere quando non si è più ragazze ma fa caldo, tanto caldo?

Se siete di quelle che portano più volentieri i pantaloni, quest’estate non vi manca la scelta. Ci sono tantissimi pantaloni fantasia, di tessuti leggeri, che ovviamente vanno accompagnati con qualcosa di semplice come una T-shirt bianca o grigia, una camicia bianca magari senza collo e abbondante. Ci sono pantaloni cropped di tanti colori, da quelli classici, bianco, nero, khaki a quelli di colori forti, rosa, verde, turchese. Con i colori classici vanno bene sia le T-shirt basiche che quelle colorate, mentre i colori forti, a meno che non siate un tipo alla Iris Apfel, è meglio smorzarli con il bianco o il grigio.

Le gonne, per chi come le ama tanto, quest’anno sono finalmente longuette e spesso arricciate e piene. Vestono molto bene, ma quelle arricciate richiedono un sopra piccolo e semplice. Davvero una T-shirt che arriva alla vita è perfetta.

kors-longuette-florealeE sopratutto, mettete qualcosa di bianco vicino al viso. Che abbiate i capelli grigi o colorati, il bianco è perfetto. Non solo perché è un non colore, ma perché illumina il viso e mette in risalto l’abbronzatura. E dà un senso di freschezza come nessun altro colore! Inoltre non richiede una grande manutenzione: a fine giornata, via in lavatrice, al massimo con un goccio di candeggina… e le T-shirt non devono nemmeno essere stirate. Ne potete cambiare anche due o tre al giorno.

Se poi volete dei consigli più specifici, sempre a vostra disposizione!

Anna da Re, blogger di ChicAfterFifty e opinionista per DonnaModerna.com

 

 

Annunci

7 risposte a "Come vestirsi d’estate senza scoprirsi troppo"

  1. Anonimo

    Nel cosiddetto mondo occidentale, per alcuni versi accettabile e per altri deprecabile, è fino troppo facile per una femmina adattare l’abbigliamento alla stagione; per il maschio civile (i militari, come noto, hanno anche divise estive, con mezze maniche e talora calzoni corti), purtroppo, almeno in contesti formali, pare non esistere altro che il completo di camicia (con colletto strettissimo!), cravatta, giacca e calzoni lunghi fino all’astragalo: un abbigliamento nato nell’Ottocento per ragioni di mera praticità, in sostituzione di quello delle epoche precedenti ed oggi, seppur di elegante aspetto estetico, considerato l’unico possibile. Sarà quanto mai arduo liberare principalmente, ma non esclusivamente, l’Occidente da questa ingessatura: timidamente, si sta facendo strada la camicia senza cravatta e con il bottone del colletto slacciato, ma il cammino da percorrere è ancora lungo e viene da domandarsi il perché al maschio sia imposto l’obbligo di un abbigliamento così poco confortevole. A quando, anche per noi, d’estate, un abito leggero a mezze maniche, senza colletto compressivo, ampio e svasato sul fondo, in maniera tale da mitigare gli effetti della calura estiva? I nostri padri Greci e Romani vestivano così.

    Mi piace

    • Anna da Re

      ciao Anonimo, per fortuna ormai sono tanti gli ambienti informali dove basta una polo a maniche corte e un paio di pantaloni per essere a posto. Persino le banche sono diventate più informali… Se sei un uomo, vorresti davvero mettere un vestito? Per la depilazione come faresti?

      Mi piace

      • Anonimo

        Ormai, da molti anni, eseguo tricotomia integrale, vuoi per la diaforesi abbondante, vuoi per non circolare con il Parco Nazionale d’Abruzzo in Ospedale, specie nelle Sale Operatorie, dove il pelo potrebbe ospitare agenti potenzialmente contaminanti. Inoltre, una cute pelosa rimane tale, quale che sia l’abbigliamento indossato.
        Il conforto offerto dall’abbigliamento indiviso nella sezione inferiore, specie con la calura estiva ed in assenza di condizionamento è impagabile.

        Mi piace

      • Anonimo

        Invero, trattasi di libera traduzione dell’aggettivo Inglese “unbifurcated”, termine che compare per designare gonne, abiti a tunica e tutto quanto non fasci singolarmente gli arti inferiori.
        P. S.: le gambe restano pelose tanto con la gonna o l’abito a tunica quanto con i calzoni corti.

        Mi piace

  2. Anna Biancardi

    Buoni consigli!
    Anch’io , da quando ho due belle camicie bianche non ho quasi più problemi: sotto completo tinta unita e sopra la camicia , appunto.. Il sotto può anche essere con le spalline , ma in questo caso non tolgo mai il sopra perché ho le braccia che non mi piacciono più………

    Mi piace

    • Anna da Re

      ciao Anna! Felice che tu abbia trovato il tuo stile. Al di là di tutti i consigli, la cosa più importante è stare bene nei propri vestiti! a presto

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.