In vacanza ci andate voi, non il vostro stile!

Vacanza viene da vuoto, e si capisce. Vuoto di impegni e di lavoro. Ma spesso vuoto anche di regole, di criteri, di riferimenti. Per cui sia i giornali che i blog si stanno facendo avanti con galatei da spiaggia, suggerimenti per viaggiare senza sbracare e per contenere gli sbracamenti altrui.

Qui su questo blog pieno di cose belle in cui cerco di mostrare quando lo chic sia una questione di scelte morali oltre che estetiche, cerchiamo di andare oltre il galateo e le regole e di dirci che si può essere chic anche in vacanza ed è pure facile.

  • Innanzitutto restiamo vestiti/vestite. Per quanto caldo possa fare e per quanto comodi e comode vogliamo stare. Benedetto sia il pareo: con questo grande e versatile pezzo di stoffa, che può essere leggerissimo, coloratissimo o sobrissimo, e annodato in mille modi, sarete sempre vestite, fresche e chic.

birkenstock

  • Viva i Birkenstock, ora anche nella versione di plastica, le Crocs, e tutti i sandali che tengono il piede ben fermo pur lasciandolo libero, e riducono l’effetto sciabattamento dei flip flops e delle orrende, ripeto orrende, ciabatte da piscina.
  • Riscopriamo le camicie: quelle un po’ leggere, oversize, rubate al guardaroba di lui, che si portano sopra il costume. Restano scoperte solo le gambe abbronzate.
  • La sera, va bene che vogliamo mostrare la bellezza che il sole e il mare ci hanno regalato, ma conteniamoci: lasciamo gli short molto short alle ragazze, lasciamo le scollature a chi è così insicura che deve per forza farsi notare, lasciamo i vestitini superaderenti a che è altrettanto insicura. Ci sono dei bellissimi e freschissimi pantaloni larghi colorati e pieni di fiori, caftani, camicie sottili e vagamente trasparenti, vestitini a fiori. Quest’anno la moda è generosa con noi signore chic after fifty e ci possiamo davvero sbizzarrire.
  • Lasciamo pulito: dovunque, comunque. Se no il vuoto delle vacanze diventa il pieno della spazzatura. Già ne abbiamo creata talmente tanta che ci sta tornando indietro e ci vorranno anni e lavoro per riportare il mondo a un livello decente. Riportiamo a casa la spazzatura che creiamo in spiaggia e in giro, è il minimo che possiamo fare!
  • Non urliamo. Succede anche in città: i ragazzi che hanno finito la scuola, i colleghi che hanno chiuso gli uffici, gli aperitivi di saluti. Si alza la voce, e più la si alza più la si alza. La musica che sembra che senza un sottofondo non possiamo vivere. Finiremo per diventare sordi! E siccome abbiamo le finestre aperte e tutti ci sentono, direi che moderare il tono di voce è un obbligo!
  • No alla tuta. Lo so che la tuta è comoda. Ma quelle orde che prendono l’areo armate di tute dai colori improbabili, piene di scritte il più delle volte in un inglese maccheronico, con scarpe da ginnastica con cui non si potrebbe mai entrare in una palestra… quelle proprio evitiamole. Un paio di jeans e una maglietta vanno benissimo. In genere sugli aerei fa pure freddo. E se proprio una tuta deve essere, che sia una tuta vera.

 

  • Occhio ai leggings. Lo so che sono comodi. Se vi piacciono e ci state comode, usateli ma ricordatevi che non sono pantaloni. Metteteci sopra una camicia oversize, un vestitino, una tunica. E delle sneakers.
  • E restiamo noi stessi e noi stesse. Non è che perché siamo in vacanza dobbiamo diventare qualcosa d’altro… essere chic vuol dire restare se stessi sempre, anche nel disordine e nel caos, e anche in vacanza!

Che ne dite? Commentate se vi va!

Anna da Re, blogger di ChicAfterFifty e opinionista per DonnaModerna.com

 

Annunci

Una risposta a "In vacanza ci andate voi, non il vostro stile!"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.