Kardashian e ciabatte pelose. Come resistere al fascino perverso dell’antichic

La mia ospite Verde Alfieri ha aperto da poco il sito Theciabattepelose, in cui mostra le follie a cui ci porta la moda e il voler essere alla moda. Una piccola galleria degli orrori che si è rapidamente popolata, concentrata per ora intorno al tema peloso.

Le ciabatte pelose sono una perversione contemporanea, e la cosa più incredibile è vederle indosso a della gente vera, su dei mezzi di trasporto veri come la metropolitana milanese, e portate con vera fierezza.

Schermata 2019-02-06 alle 11.37.39

Ho ripensato alle ciabatte pelose qualche giorno fa, leggendo sul mitico The Guardian come le sorelle e cugine Kardashian continuano a influenzare la moda. Ci sono store online che mettono subito in produzione gli eleganti si fa per dire outfit che le signore si fa per dire Kardashian postano su Instagram. Il business e la velocità hanno fatto tornare la produzione in Gran Bretagna, perché andare a produrre in Asia o altrove era troppo lungo e alla fine costoso. I vestiti imitation Kardashian non sono fatti per durare e quindi sono veramente low cost e low quality. E naturalmente le lavoratrici che producono questi straccetti non sono pagate molto meglio delle loro socie asiatiche. Del resto la crisi ha sempre questo effetto, ci si adatta a essere pagati  poco pur di avere un lavoro.

E quindi lo stile Kardashian, l’antichic per eccellenza, che fa sembrare eleganti perfino certe ciabatte pelose, perdura e impera.

Noi donne ci lasciamo ingannare e crediamo sinceramente che basti indossare lo stesso abituccio striminzito e scollacciato di Kim Kardashian per conquistare qualcuno che ci cambierà la vita. Crediamo anche che basti una borsa di Louis Vuitton, un completo di Celine, una gonna di Dolce & Gabbana, per cambiarci la vita.

Schermata 2019-02-06 alle 11.40.14

È tutto umanissimo. È tutto comprensibilissimo.

Certo se studiassimo di più, se leggessimo di più, avremmo anche qualche strumento in più per ignorare le Kardashian e vestirci da noi stesse. È una strada lunga, che in molte, moltissime di noi fanno. E che speriamo facciano in sempre di più.

Le Kardashian hanno già guadagnato abbastanza, non preoccupiamoci per loro.

Pensiamo a noi stesse. Ci farebbe un gran bene!

Anna da Re, blogger di ChicAfterFifty e opinionista per DonnaModerna.com

Annunci

Lo chic del prossimo inverno sarà ruvido e ostinato, sobrio e raffinato

E’ sempre bello leggere i resoconti delle sfilate, in particolare di quelle di Parigi che sono le ultime e permettono a chi le ha girate tutte (New York, Londra, Milano) di tirare le fila sulle proposte degli stilisti e la loro interpretazione dello “spirito del tempo”.

Perché anche chi non si interessa di moda sa che la moda ha un sesto senso molto forte e coglie i cambiamenti quando ancora sono nell’aria, non depositati nelle nostre coscienze.

images

Io come sapete sono una fan di The Guardian e mi piace il loro spirito pragmatico.

Dunque per il prossimo inverno, che voi direte è un po’ presto, non è ancora cominciata la primavera, l’estate è di là da venire e tu ci parli del prossimo inverno, però si, mi è venuta voglia di parlarvene.

156015393_Getty-Images-Europe_Chloe-Runway-Paris-Fashion-Week-Womenswear-Fall-Winter-2018-2019_trans_NvBQzQNjv4BqdMuyuqNcDGBXjc_vxH8iJGVUe_xfTAGRlWnbDBRlCvcPerché continua la sobrietà, continuano le gonne lunghe, i pantaloni morbidi, quel tanto di maschile che dà grinta e quel tanto di femminile che dà leggerezza, in uno stile che è molto chic ma è anche grintoso. Con un po’ della ruvidezza dei tessuti maschili e l’ostinazione a coprirsi, che oltretutto è inverno. E con il fascino che viene dai contrasti che magicamente si sostengono.

2617

E insomma le donne che vedo nelle foto che vi ho messo mi fanno sognare, ma mi sembrano anche raggiungibili, e questa mi sembra davvero una bella cosa. Una cosa molto innovativa, anche. Perché non ditemi che non è vero che anche voi, quando guardate i servizi di moda o le foto delle sfilate, non pensate che tanto dove andreste mai, vestite così? Invece guardando queste foto sono sicura che penserete ma sì, così mi vestirei davvero volentieri. E che troverete nel vostro guardaroba almeno una parte dei pezzi con cui comporre outfit chic e pieni di stile.

paris_fashion_week_2018_sfilata_chloé_18_19-600x600

Anna da Re, blogger di ChicAfterFifty e opinionista per DonnaModerna.com